itarhrenfrderorues

Risveglio

risveglio

E lo sguardo si perde nell'orizzonte incerto
dove piccoli alberi nudi dormono.
Un vento leggero – come palpito d'ali-
si distende sui campi brulli.
Un rumore lontano e antico
traccia solchi umidi e scuri,
come ordinate ferite che si aprono alla luce.
E la terra , piano piano, si risveglia dal lungo torpore,
palpita e profuma pronta, da immemori anni,
ad accogliere la vita.

(Trebbo poetico 2006)

 

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
  • Visite: 1141

Ti piace l'articolo? Condividilo

Facebook TwitterPinterest

© lecosedisilvana. Tutti i diritti riservati

Torna alla Home